RADARMETEO: storia, missione e visione

Radarmeteo è un'azienda fondata nel 2007, le cui radici sono profonde ed anche piuttosto lontane nel tempo. Il fondatore - Massimo Crespi - dopo la Laurea in Scienze Forestali a Padova, inizia la propria carriera nel 1977 come Ufficiale del Corpo Forestale dello Stato, per transitare - primi anni '80 - nei ruoli della Regione del Veneto, presso la quale percorre una carriera dirigenziale molto operativa che lo porterà a istituire ed a dirigere prima il Centro Valanghe di Arabba e poi il Centro Meteo di Teolo.


Durante questo periodo viene progettata ed installata la prima vera rete regionale moderna di telemisura meteorologica del Veneto e, nel 1984, viene installato il primo radar meteorologico civile italiano in banda "C", quello di Teolo, che sarà presto seguito da quello di Concordia Sagittaria. Successivamente Crespi assumerà, per la Regione del Veneto, la responsabilità del Servizio antincendi boschivi, della Direzione di Programmazione e Pianificazione, del Dipartimento per l'Agrometeorologia ed infine dell'Area della ricerca ed informazione della neo costituita ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale della Regione del Veneto).


Ma nella Regione Veneto si stanno oramai consolidando le lobby volute dal Presidente della Giunta Giancarlo Galan, le cui scorrerie, e quelle dei personaggi da lui nominati nelle posizioni apicali, non risparmiano neppure l'ARPAV, Crespi quindi si dimette. Fortunatamente, durante i 20 anni precedenti, egli aveva dedicato molto tempo - circa 1 mese all'anno- allo svolgimento di missioni tecniche nel settore del dissesto idrogeologico, della forestazione, della meteorologia e dei monitoraggi ambientali in molto Paesi dell'America Latina (Argentina, Paraguay, Uruguay, Colombia, Panama, Bolivia) su incarico della U.E., della F.A.O., dell'I.I.L.A. (Istituto Italo Latino Americano) e per altri Organismi bilaterali e multilaterali di cooperazione allo sviluppo. Egli accetta quindi l'incarico propostogli dall'Unione Europea di Direzione del neonato Centro di Monitoraggio Meteorologico ed Ambientale in America Latina (Paraguay) che lo porterà per due anni (2001 e 2002) ad Asunciòn dove coordinerà la realizzazione della rete di monitoraggio del Paese, ed anche di quella idrometrica del Rio Paraguay, confluente nel Rio de la Plata, implementerà il Centro di coordinamento dei controlli meteo ambientali del Paese ed avvierà il coordinamento istituzionale fra le innumerevoli Organizzazioni governative che si occupano del tema delle acque (vari Ministeri e Segreterie Nazionali, Servizio Meteorologico Nazionale, Autorità di gestione della navigazione sul Rio Paraguay, Autorità trinazionale del Rio Pilcomayo, Diga di Itaipù, Diga di Yacyretà e così via).
Al termine di queste esperienze rientra in Italia e fonda Radarmeteo.


In un contesto di informazione meteorologica generalista ed approssimata, Radarmeteo si propone come Azienda ad elevata professionalità, in grado di fornire risposte puntuali ed adeguate alle esigenze differenziate e specifiche provenienti da quell'ampia utenza costituita dai Gestori della viabilità e degli aeroporti, da quelli delle acque e del ciclo idrico, dai Responsabili delle protezioni civili di vario rango, dai Gestori del rischio assicurativo in agricoltura.


Si tratta di mondi complessi, nei quali il segmento di informazione meteorologica viene incardinato in momenti aziendali specifici e strategici, e deve essere connotato da alcune caratteristiche salienti, quali l'affidabilità, l'ufficialità, la continuità, la tempestività, l'accuratezza, la comunicabilità.


Il supporto meteorologico copre ognuna di queste esigenze, dalla fase previsionale, alla gestione dell'evento in tempo reale, alla fornitura e ricerca dei dati storici.


La fornitura dei servizi richiesti si avvale di un back office di alto profilo in cui, oltre alla professionalità di uno staff che ha acquisito, dopo adeguata formazione universitaria, ampia esperienza nelle strutture meteorologiche pubbliche e private di molti Paesi , confluiscono in tempo reale tutti i dati raccolti a livello nazionale dalle principali reti di monitoraggio al suolo e dalle reti radar-meteorologiche, ma anche quelli della nuova rete nazionale delle fulminazioni, realizzata ed installata da Radarmeteo, ed ovviamente tutte le altre informazioni disponibili, dai modelli ai satelliti ai bollettini alle allerte e così via.


I prodotti sono differenziati ed orientati all'utente; particolare cura viene dedicata agli aspetti semantici, sia di linguaggio che di rappresentazione, al fine di raggiungere con grande chiarezza i singoli operatori, che sono comunemente dotati di un background tecnico ma spesso non meteorologico.


Radarmeteo si pone come un fornitore di servizi meteorologici non-pubblici per tutto il territorio nazionale, aggregando valore ai sistemi di conoscenza implementati negli anni con significativi finanziamenti dal sistema pubblico, mediante un loro utilizzo, aggregazione e sviluppo non autoreferenziali ma rivolti alle esigenze delle Aziende, dei Cittadini e della Società civile in generale.


Per conseguire questi obiettivi, vengono dedicate molte risorse alle attività di R&D; questa strategia ha consentito di sviluppare algoritmi e procedure originali che hanno portato alla registrazione di un numero considerevole di marchi - per salvaguardare il successo commerciale delle soluzioni implementate- ed all'acquisizione di leadership consolidate quali quella sul mercato assicurativo.


Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. HO CAPITO