senza nome

Neve tra Alpi e Dolomiti tra poche ore

Da giorni l’Italia viene attraversata da numerose perturbazioni, quando accompagnate da aria calda, quando da aria più fresca.
Il contrasto è alimentato dal vento umido che continua a spirare dall’Atlantico verso il Mediterraneo, con le raffiche che negli ultimi giorni si sono spinte fin sul nord Africa, andando a pescare una buona dose di aria desertica che adesso sta pervadendo il Meridione.

Quest’aria, scorrendo sulla superficie dei mari italiani, si è velocemente caricata di umidità e sta costruendo nuvole estese e corpose, che tra la sera di oggi e la mattina di domani attraverseranno il Triveneto scaricando una nevicata breve ma abbondante sopra i 1000 metri circa, con alcune vallate riparate che la vedranno anche più in basso.
L’accumulo complessivo non sarà particolarrmente corposo, ma l’intensità potrebbe essere tale da far accumulare fino a 20-30 cm di neve fresca nella sola nottata.

Domani poi il grosso della perturbazione scivolerà via velocemente, dopo aver portato pioggia copiosa anche sulle pianure del Triveneto; tuttavia l’aria sarà instabile e continuerà a proporre momenti piovosi ad altri con accenni di miglioramento.

Per l’alta pressione vera e propria queste zone dovranno ancora aspettare. Almeno fino all’inizio della prossima settimana sono attese giornate variabili, talora ventose, con sbalzi di temperatura piuttosto importanti.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>