Senza nome 1

Pasqua e Pasquetta tra due fronti

Sia i proverbi che la statistica ci remano contro: se si pensa al “Natale al sole, Pasqua al tizzone” e al fatto che – più in grande – un inverno che inizia con l’alta pressione insistente spesso si conclude con tempo perturbato che si trascina fino a una buona metà della primavera … beh, non c’è da stare troppo a nostro agio nell’attendere novità per il tempo del weekend di Pasqua e Pasquetta.

E in effetti le notizie non sono proprio buone: una volta scivolata via la profonda bassa pressione che proprio adesso sta portando venti forti in gran parte d’Italia, l’alta pressione se ne rimarrà lontana, al largo sull’Oceano, lasciando passare numerosi ammassi di nuvole che si succederanno piuttosto frequentemente dalle coste atlantiche verso il Mediterraneo e oltre, in direzione dell’est Europa.

Nel dettaglio, sabato passerà una prima perturbazione, non così organizzata, con tante nuvole ma poche piogge. Scivolerà velocemente verso sud, e domenica lascerà lentamente il Meridione trascinandosi dietro aria più limpida per alcune ore.
La Pasqua quindi sembrerebbe iniziare con poche nuvole al Centro-Nord; ma già a metà giornata inizierà il richiamo di aria umida da parte di un’altro ammasso di nuvole in arrivo dalla Francia, più robusto, veloce, accompagnato da alcuni colpi di vento e – soprattutto dalla sera – da piogge sparse, che sembrerebbero colpire meglio le aree alpine, liguri e parte di quelle tirreniche fino a buona parte di lunedì (ma è ancora presto per entrare in questi dettagli). Il Meridione invece starà meglio, almeno fino a metà giornata, con temperature nella normalità.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>