immagine

Millimetri di pioggia: cosa sono?

La pioggia caduta viene sempre misurata in millimetri, a prescindere da stagione, durata, forza ed estensione.
E’ comprensibile però chiedersi il perché dell’utilizzo di una misura apparentemente così strana: verrebbe infatti da pensare che un liquido si misura in litri, o comunque un suo multiplo o sottomultiplo.

Ma in realtà con i millimetri stiamo usando proprio i litri!

Si, ok, facciamo un po’ di ordine. Dovete intanto pensare al fatto che la pioggia in una certa giornata non cade con la stessa intensità dappertutto: ci saranno zone dove pioverà di più o più forte, ed altre dove pioverà di meno. E questa variabilità potrebbe essere parecchio evidente già nel raggio di poche centinaia di metri!

Pensate ad esempio ad un acquazzone estivo: a casa vostra piove molto forte, ma magari a 4-500 metri di distanza cadono poche gocce. E’ normale, soprattutto in queste situazioni.

Ecco che quindi conviene riferire i litri di pioggia caduta a piccole aree, di poche decine o centinaia di metri quadrati. E di conseguenza l’unità di misura più comoda da usare diventerà il litro di pioggia caduta per ogni metro quadrato.

Da qui basterà usare delle semplici equivalenze matematiche per capire che il litro per metro quadrato è proprio il millimetro! (vedi più sotto)*.

Quindi 10 millimetri di pioggia corrisponderanno a 10 litri di pioggia caduti per ogni metro quadrato di superficie; 1000 millimetri (ossia un metro) di pioggia equivarranno a 1000 litri di pioggia caduta per ogni metro quadrato di superficie. E così via.

Utilizzando questo metodo di misura si riesce anche a caratterizzare il clima di ogni luogo in maniera dettagliata: ad esempio ci sono luoghi in Italia molto piovosi, dove cadono 3500 mm di pioggia in un anno; in altrie zone, relativamente aride, ne cadono solo 500 e poco più.

Infine la misura in millimetri utilizzata in maniera uniforme da tutte le stazioni meteorologiche può essere d’aiuto per comprendere l’estensione e l’intensità di una perturbazione, da un piccolo e forte temporale ad un ammasso di nuvole oceanico molto esteso e con pioggia diffusa moderata.

immagine

*Piccola appendice per gli appassionati di matematica:

Il litro è una misura di volume, ed è quindi invariante al variare del materiale che stiamo usando: un litro di acqua occupa ad esempio lo stesso volume di un litro di latte, di piombo fuso, di aria o di cemento.

E questa misura corrisponde esattamente a un decimetro cubo. Ma un decimetro cubo è pari a un milione di millimetri cubi (100 mm x 100 mm x 100 mm).
Parlando di superfici invece va notato che un metro quadrato è pari a un milione di millimetri quadrati (1000 mm x 1000 mm)

E di conseguenza, tornando al nostro litro per metro quadrato troviamo:

litro/m^2 = (trasformando in millimetri, come descritto nel testo)
= 1.000.000 mm^3/1.000.000 mm^2 = (semplificando tra numeratore e denominatore)
= 1 mm^3/mm^2 = (un cubo di spigolo 1 mm ha superficie di base 1 mm^2, e il suo volume – 1 mm^3 – si calcola moltiplicando questa superficie per la lunghezza dello spigolo)
= 1 mm

E la corrispondenza cercata è servita.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>