Immagine

Neve del 27 dicembre: dove cadrà?

Oggi l’aria ha iniziato a raffreddarsi e asciugarsi, garantendo così che domani una perturbazione di passaggio possa portare la neve a quote basse, in alcune zone del Nord fino in pianura.
Questa è un’ottima notizia per tutti quelli che aspettavano un po’ di materia prima per poter finalmente godersi le vacanze in montagna e andare a sciare; è invece una notizia un po’ meno positiva per chi rimane in città e dovrà fare i conti con il traffico del ponte festivo.

E allora vediamo chi godrà di una nevicata fino in basso, in due righe:

VALLE D’AOSTA: Nevicherà fino ai fondovalle, in maniera via via più abbondante andando verso i confini statali, dove si accumuleranno alcune decine di centimetri.

PIEMONTE: Anche qui neve in abbondanza verso i confini statali, specie quelli svizzeri, meno verso le Alpi Marittime. Ma una nevicata è probabile anche nell’alto Novarese, nel Verbano-Cusio-Ossola, nel Vercellese, sui colli a ridosso del confine con la Valle d’Aosta.

LOMBARDIA: Nevicherà quasi dappertutto, fino a 10-20 cm in media sulle montagne tra Bresciano e Bergamasco. Meno nel Varesotto, poco o niente tra ovest Milanese, Oltrepò Pavese e zone più vicine al Po dove la neve sarà molto bagnata o mista a pioggia.

LIGURIA: Sulle montagne tra lo Spezzino e le cime più vicine del Genovese ci saranno rovesci di neve fino in basso, almeno in mattinata. A fine giornata si saranno accumulati diversi centimetri almeno sopra i 700-1000 metri.

TRENTINO-ALTO ADIGE: Non sarà una nevicata particolarmente abbondante, specialmente nel sud Tirolo, ma i fiocchi cadranno su tutto il territorio entro fine giornata. Pochi centimetri, accompagnati comunque da un freddo in accentuazione.

VENETO: Solo il Rodigino vedrà neve molto bagnata o mista a pioggia durante tutto l’evento (tra pomeriggio e sera). Le altre province avranno la loro dose, per pochi centimetri in pianura e nel Bellunese, fino a 10-15 cm sulle montagne prealpine.

FRIULI-VENEZIA-GIULIA: Triestino, montagne e Prealpi vedranno tutte una nevicata che si prolungherà dal pomeriggio a buona parte della notte. Non sarà particolarmente abbondante, ma verrà accompagnata da un freddo via via più intenso. In pianura e sulla costa la neve cadrà bagnata, o a tratti mista a pioggia: qui si accumuleranno al più 2-5 centimetri.

EMILIA-ROMAGNA: Neve in abbondanza sulle montagne a ridosso dei confini con la Toscana, ma qualche fiocco cadrà anche sulle altre cime. In pianura poco e niente: in prevalenza pioggia o pioggia mista a neve; forse qualcosa tra Piacentino, Parmense e l’area del Ferrarese al confine col Mantovano.

TOSCANA: Garfagnana, Lunigiana e Appennino vedranno neve fino in basso, almeno fino al primo pomeriggio; 10-20 cm e anche di più in montagna. Ad inizio peggioramento i fiocchi cadranno qua e là anche nella piana lucchese, e sui fondovalle tra Fiorentino e Pistoiese. Neve abbondante anche nelle valli aretine entro fine giornata.

UMBRIA: Nevicherà tra pomeriggio e sera sopra i 600-800 metri, in abbondanza sui Sibillini e le cime del Ternano.

MARCHE: Qui il Garbino scalderà un po’ l’aria e la neve si vedrà solo sulle cime più alte.

LAZIO: Nevicata veloce tra Reatino e Simbruini da metà pomeriggio, con pochi centimetri sopra i 700-1000 metri. Qualche fiocco anche sulle altre cime della regione, alla stessa quota, ma poi su queste zone prevarrà un Libeccio non particolarmente freddo.

ABRUZZO: Nevicherà in montagna tra metà pomeriggio, sera e nottata, con 10-20 cm sopra i 1000-1200 metri.

MOLISE; Arriverà in serata e nella notte, ma solo sopra i 1200-1300 metri.

CAMPANIA: Qualche centimetro solo sulle cime più alte, in serata e nella notte.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>