Tag : palermo

post image

Quarantasei gradi a Palermo!

In Sicilia era prevista ormai da giorni una robusta invasione di aria calda dal deserto.

Lo Scirocco, unito all’effetto di compressione dell’aria dovuto alla caduta dai monti alle spalle della Conca d’Oro, sta portando la colonnina di mercurio a livelli estremamente alti nel Palermitano, proprio in corrispondenza del capoluogo e dei dintorni.
In questo momento si registrano ben 45,7°C a Villagrazia, ma – come si vede dalla mappa fornita dalla Rete Meteonetwork, ricca di stazioni meteorologiche a norma – le cose non vanno affatto meglio negli immediati dintorni.

Non è notizia di adesso la situazione DRAMMATICA che stanno vivendo alcune zone della provincia, con incendi che da ieri sera bruciano boschi e case sulle colline sotto lo sferzare delle raffiche di Scirocco, che raggiungono oggi i 70-75 km/h.
Questo sarà l’apice dell’onda di calore, ma la temperatura rimarrà ben oltre la norma ancora per diversi giorni.

post image

Meteo weekend: sostanzialmente caldo

Gli sbuffi di aria più fresca, o comunque meno calda di ieri, che stanno attraversando l’Italia in queste ore non devono ingannare.
Ben presto, infatti, si tornerà al vento caldo, allo Scirocco, e probabilmente alla polvere sahariana in sospensione, ad accompagnare un periodo che sa già d’estate, o quasi.

Per avere un sentore d’estate vero e proprio mancano ancora alcuni dettagli non da poco, come il mare adesso troppo freddo e quindi in grado di generare nuvole basse e compatte allo scorrervi delle raffiche africane al di sopra. Oppure il fatto che i venti oceanici sono ancora troppo vicini ai nostri confini, portando di quando in quando maltempo vero e proprio, soprattutto nel Settentrione dove i due contendenti (caldo e umido oceanico) si incontrano.

Comunque, in generale, per il weekend al Centro-Sud ci sarà poco da dire: Scirocco, localmente forte, caldo (fino a superare i 27°/28°C in alcune località), con cieli sporcati da velature e polvere desertica, ma anche da qualche banco di nuvole più denso, in particolare sulla parte alta e quella interna della Toscana.

Al Nord qualcosa di diverso: tempo più instabile, quantomeno in montagna e nelle aree pedemontane alpine, con nuvole dense e qualche acquazzone o temporale sempre possibile, in particolare nelle ore del pomeriggio. In alta montagna ventoso e a rischio neve oltre i 2000-2300 metri; quindi si sconsigliano eventuali escursioni.
In aperta pianura leggermente meglio, con caldo relativamente accentuato, più sole, foschia e vento limitato ad alcune forti raffiche allo sbocco delle valli appenniniche.

post image

Palermo si è svegliata con 25 gradi!

La primavera è arrivata ieri, esattamente alle ore 5:30 del mattino.
E i primi refoli di aria calda non si sono fatti attendere. Stamani, infatti, Palermo si è svegliata con 25 gradi, e adesso sta salendo verso i 27°C in zona Capaci.
Qualcosa di simile sta accadendo nel Messinese, dove adesso ci sono 26-27°C diffusi lungo la costa tirrenica.

Il tutto è dovuto al vento di caduta dalle montagne che si trovano appena a sud, vento innescato da uno Scirocco piuttosto robusto che sta risalendo dal Sahara attraverso il Mare Libico.
E’ il primo richiamo verso una perturbazione in lento avvicinamento dalla Spagna e dal Marocco, la stessa perturbazione che tra domani e mercoledì attraverserà proprio il Centro-Sud portando soprattutto tanto vento, ma anche alcuni forti temporali, o comunque piogge battenti a ridosso delle montagne appenniniche.
Al Nord dovrebbe arrivare solamente del vento, più fresco e teso nelle aree più esposte alla Bora; invece le nuvole e le piogge si limiteranno a poche effimere apparizioni.