Tag : previsioni-meteo

post image

Meteo prossimi giorni: si cambia aria

Perlomeno si cambia aria.
Viene da dire così riguardo le prospettive del tempo previsto per la settimana che si apre oggi.

Dopo due mesi di alta pressione pressoché ininterrotti, con poche varianti sul tema da registrare, finalmente i venti artici e quelli oceanici hanno deciso di movimentare almeno in parte il tempo del Continente Europeo e della Russia.
Tra il Baltico e la Russia stanno già arrivando refoli di aria artica, con le prime nevicate degne di nota; qui, lentamente, si andrà a creare un muro freddo contro il quale le correnti oceaniche – costrette finora a viaggiare ad alte latitudini – andranno a sbattere, per poi piegare lentamente verso sud, fino ad arrivare al Mediterraneo proprio nei primi giorni del nuovo anno.

Si tratta quindi di aspettare ancora 4-5 giorni, forse 6; ma poi il tempo comincerà a cambiare: qualche refolo di vento più freddo e asciutto, avvertito soprattutto sul versante adriatico e in Pianura Padana, ma anche nuvole e perturbazioni oceaniche (dapprima timide, poi con il passare dei giorni più spavalde).
Ci sono buone possibilità di avere qualche nevicata sull’Appennino, mentre per le Alpi per il momento non sono previste precipitazioni significative e diffuse, tranne rare eccezioni.

post image

Sardegna a rischio di piogge eccessive tra il pomeriggio e la sera di oggi

Sta arrivando una piccola ma forte perturbazione dalle Baleari, verso l’Italia.
Tra il pomeriggio e la sera investirà la Sardegna portando temporali sul versante ovest, con piogge abbondanti.

Ma il rischio di piogge particolarmente intense e insistenti riguarda l’altro versante, quello affacciato sul Tirreno, perché qui si ammasserà l’aria umida risucchiata dalla bassa pressione e frenata dalle montagne.
Ecco che quindi tra Olbiatese e Cagliaritano occorrerà tenere conto delle allerte già lanciate (e continuamente aggiornate) dagli organi preposti come ARPA Sardegna. C’è infatti un rischio piuttosto alto di dissesti idrogeologici.

Domani la perturbazione sfilerà verso il Tirreno per investire – in parte edulcorata – le coste della Penisola; la Sardegna rimarrà quindi con aria ancora instabile, ma decisamente meno ricca di pioggia rispetto a oggi.

post image

Dal caldo al vento fresco in tre giorni

Oggi stiamo tutti subendo in qualche modo la risalita di aria calda dall’Africa, con lo Scirocco e il Garbino che imperversano su coste e montagne portando la colonnina di mercurio verso l’alto.
Parliamo di punte di 39-40 gradi, già raggiunte in Abruzzo, Molise e Puglia; qualche grado in meno nel resto del Sud e in Sardegna, temperature sotto i 30 gradi (ma con afa pesante) sul versante ligure e tirrenico.

Il tutto a causa di una forte perturbazione che – avvicinandosi dalla Francia – sta risucchiando a sé questi venti caldi dall’Africa.
La coda della perturbazione è destinata a sfilare tra oggi e domattina sulle Alpi, con qualche  temporale veloce anche in Piemonte, sulle Prealpi e l’aperta pianura veneta e friulana; poco altro. Già questo, però, basterà a smorzare leggermente i venti caldi sulle regioni centrali; al sud invece – domani – farà ancora molto caldo.
Ma il grosso del peggioramento per noi è previsto verso il fine settimana, soprattutto domenica, quando l’aria fredda entrerà direttamente sul nostro territorio portando una veloce passata di temporali e vento forte, seguiti da aria più fresca.

Pensate che probabilmente lunedì non saliremo sopra i 20 gradi (con la Bora) su molte zone del versante adriatico che al momento sono sopra i 30-35 gradi!
Sul resto d’Italia si andràdai 20-22 ai 25 gradi nelle ore centrali, ma sempre con vento più o meno teso e aria asciutta.
Insomma, tutto un altro mondo rispetto ad adesso.

post image
post image

Meteo Weekend: più sfortunato il Nord

Come accennato sulla nostra pagina Facebook poche ore fa, entro alcuni giorni l’aria inizierà a farsi sempre più calda, fino a sfociare in una vera e propria ondata di calore tipica del periodo estivo. Questo almeno per alcune regioni.
Nel frattempo, però, vivremo un altro weekend non proprio tranquillo.

Due perturbazioni oceaniche infatti passeranno sul Settentrione d’Italia, portando sia nuvole che vento, con qualche pioggia. Unico fatto in controtendenza: la temperatura non scenderà, anzi …

Vediamo qualche dettaglio:

VENERDI’
NORD: Passaggi di nuvole, più dense in mattinata.
Pioverà sulle montagne di confine, il Genovesato, lo Spezzino, i crinali emiliani (tutte zone dove soffierà anche un bel vento), e fin verso metà giornata anche tra est Lombardia e Triveneto, almeno in montagna (meno in pianura).
Aria leggermente più fresca di oggi, raffiche di Garbino in Romagna.
.

CENTRO: Pioverà in alta Toscana per buona parte del giorno, anche se in maniera leggera. Qui soffierà anche un Libeccio in certi momenti piuttosto forte, che spingerà nuvole e piogge intermittenti verso l’Appennino fino al Fiorentino.
Sul resto del territorio Scirocco moderato, a tratti più teso soprattutto sulle coste, con nuvole ammassate verso la Toscana centrale, il Pesarese, l’Anconetano e in generale i crinali montani esposti verso il Tirreno.
Da metà giornata però le nuvole inizieranno a passare un po’ dappertutto.
Abbastanza caldo nelle ore centrali, specie nelle valli riparate dallo Scirocco.
.

SUD: La giornata non sarà poi male: a tratti nuvolosa tra Campania e Calabria tirrenica, dove in certi momenti pioverà in maniera leggera a ridosso delle montagne; ma per il resto tempo piuttosto soleggiato e abbastanza caldo (nel pomeriggio) seppure siano probabili raffiche di vento piuttosto forti, soprattutto sulle coste e nel pomeriggio.
.

SABATO
NORD: Il vento si calma, e almeno ad inizio giornata il tempo sarà abbastanza soleggiato
Da fine mattina tornano le nuvole a partire da Piemonte e Valle d’Aosta, con le piogge verso le montagne alpine; ma nel pomeriggio scatterà anche qualche acquazzone sui crinali appenninici, in movimento veloce verso Romagna, parte dell’Emilia, bassa Lombardia e basso Veneto.
Più mite di venerdì.

.
CENTRO: Nuvole sparse, inizialmente ammassate verso Toscana, Lazio e Umbria (in particolare tra colline e montagne) da un Libeccio ancora teso sulle cime e sul litorale tra Versilia e Livornese. Poche le piogge previste in mattinata.
Nel pomeriggio le nuvole si concentreranno in direzione dei crinali dell’Appennino, per poi generare alcuni acquazzoni che scivoleranno velocemente verso Marche ed Abruzzo, alternandosi a lunghi momenti di cielo velato o completamente sereno.

.
SUD: In Sardegna e Sicilia giornata abbastanza buona e calda, fatta eccezione per banchi di nuvole basse sui litorali tirrenici della Sardegna ad inizio giornata.
Altrove nuvole qua e là, un po’ dappertutto fin verso metà mattina. Poi lentamente si apriranno schiarite tra l’Appennino e il versante tirrenico, dove nel pomeriggio il sole sarà presente; cieli sempre sporchi fino a sera nel resto del territorio. Temperatura che salirà di alcuni gradi.

.

DOMENICA
NORD: Rimangono possibili delle piogge leggere o comunque intermittenti fra Alpi e Prealpi, verso sera anche nell’alto Veneto e nel Friuli-Venezia-Giulia.
Nelle altre regioni il sole si alternerà alle nuvole, ma non ci saranno piogge. Piuttosto caldo nelle ore centrali.

.
CENTRO: Più o meno la stessa trafila del sabato, con nuvole basse inizialmente concentrate verso le colline e le montagne toscane, umbre e laziali; poi a metà giornata le nuvole si ammasseranno verso i crinali per rovesciare alcuni scrosci di pioggia, che – però – stavolta non riusciranno a raggiungere le colline adriatiche, dove comunque arriveranno delle nuvole frastagliate durante il pomeriggio.
Abbastanza caldo, con punte attorno ai 24-27°C a seconda delle zone.

.
SUD: Tempo buono, con cieli sereni o velati; inizialmente più grigio tra Molise e Puglia Garganica.
Caldo, fin oltre i 30 gradi in Sardegna e Sicilia.

post image
post image
post image

Meteo Settimana: tutto tranquillo fino a venerdì

L’alta pressione ci metterà lo zampino, e porterà tempo buono in larga parte d’Italia fin verso venerdì.
Poi, come per una specie di sortilegio che ormai ci accompagna da tempo, le nuvole torneranno in vista del fine settimana.

In sintesi le prossime giornate scorreranno così:

OGGI, LUNEDI’: Ben soleggiato in larga parte d’Italia, con poche velature e foschie in pianura. Punte attorno ai 25 gradi in Pianura Padana, Toscana, Lazio e Sardegna.
Qualche nuvola in montagna nel pomeriggio.
.

DOMANI, MARTEDI’: Qualche velatura in più, ma tempo sempre buono e generalmente mite.
Vento un po’ più fresco in rinforzo dal pomeriggio tra Molise, Puglia e coste ioniche.
.

MERCOLEDI’-GIOVEDI’: Qualche sbuffo di Tramontana nelle prime ore nel sud Italia, poi tempo in generale buono.
Da segnalare possibili banchi di nuvole basse qua e là in Liguria.
.

VENERDI’: Tornano le nuvole al Centro-Nord, con aria leggermente meno calda; si alzano raffiche di vento moderate un po’ dappertutto.
Prime piogge in giornata tra le Alpi e localmente le coste della Liguria e l’Appennino.
.

FINE SETTIMANA: Possibile cambiamento del tempo più esteso e corposo, con nuvole, alcune piogge (anche forti, seppure piuttosto localizzate) e vento via via più fresco.
.

post image

Meteo Settimana: vento fresco al Sud fino a venerdì

Pasqua e Pasquette ballerine, come da tradizione.
E’ arrivata aria fresca, se non addirittura fredda, che sta portando fiocchi di neve fin quasi in pianura e nei fondovalle nel Meridione e sul Centro Italia.
E’ una condizione che sotto certi punti di vista (la variabilità della primavera) può essere considerata normale, sotto altri punti di vista (le temperature raggiunte) anomala. Ma è comunque un tipo di situazione che andrà lentamente guarendo nei prossimi giorni.

Ecco un breve riassunto di quello che succederà in settimana:
.

OGGI, MARTEDI’: Freddo e ventoso nel Meridione, ma anche sulle regioni centrali esposte alla Bora; qui sono ancora probabili scrosci di pioggia con neve fino in basso.
Più a nord e sul versante tirrenico sempre vento fresco, ma tempo più limpido.
.

DOMANI, MERCOLEDI’: Vento e scrosci di pioggia (con neve fino in collina) si attardano su alcune regioni del Meridione, inizialmente anche sull’Appennino centrale.
Per il resto tempo abbastanza buono, con poche nuvole e ultime raffiche di vento fresco. In Pianura Padana si sale fino a 16-19 gradi.
.

GIOVEDI’: Sempre ventoso nel Meridione, con gli ultimi scrosci fino a metà giornata; poi migliora.
Buono altrove, ma non particolarmente gradevole per le temperature ancora sotto i 15-18 gradi (solo in Pianura Padana si sfiorano i 20 gradi).
.

VENERDI’-SABATO: Tempo in generale buono, con poche nuvole. Aria via via più mite, specie sul versante adriatico.
.

DOMENICA: Peggiora. Tornano le nuvole al Centro-Nord, anche se al momento il rischio di pioggia sembra piuttosto basso.

post image