Tag : sabato

post image

Vento, nuvole e più freddo: nel weekend il tempo cambia

Dopo 20 giorni di tempo calmo, dominato da aria umida, nebbie e nuvole basse, abbiamo un appuntamento fissato al prossimo weekend per un cambiamento netto.
Venti freddi già partiti dalla Groenlandia si fionderanno verso l’Europa seguendo un percorso quasi obbligato, disegnato dalle montagne e dai mari, fino a sfociare sabato nel Mediterraneo tra Francia, Italia e Balcani.

Questo porterà sulla nostra Penisola a un cambiamento improvviso del tempo, dovuto al contrasto con l’aria nettamente più mite presente da settimane in loco.
Si scateneranno innanzitutto venti forti, fino a 100 chilometri orari e oltre sulle coste e le montagne esposte a Tramontana, Maestrale, Libeccio e Garbino; poi si vedranno anche le nuvole, con piogge comunque non particolarmente abbondanti. Il menù si chiuderà infine con un veloce abbassamento della temperatura, che già sabato sera ci farà assaggiare aria frizzante tra il Nord e parte del Centro, per poi estendersi anche al Sud domenica; il tutto accompagnato da alcune nevicate sui monti e le colline più esposte.

Prepariamoci, quindi, ad abbandonare un periodo anomalo per le temperature troppo alte e la mancanza di pioggia, in previsione di alcuni giorni davvero movimentati.

post image

Meteo prossimi giorni: tranquillo fino a venerdì, poi …

Con oggi si chiude un piccolo periodo piuttosto freddo, con le temperature che sono scese sotto i valori normali dell’inizio di febbraio.
Parliamo in particolare della Pianura Padana, dove grazie anche alla tanta neve caduta nei giorni scorsi tra Cremonese e Parmense si sono toccati i -10°C. Ma gran parte della Lombardia e dell’Emilia hanno toccato valori sotto lo zero, comunque facenti parte delle possibilità durante un normale inverno italiano.

Adesso che i venti freddi se ne stanno ormai andando anche dal Meridione la temperatura è destinata a salire leggermente, grazie anche al sole, che almeno fino a gran parte di giovedì splenderà in montagna, sui colli e su buona parte delle pianure. Rimane solo un’incognita: la neve in fusione e la tanta umidità che si accumulerà nelle vallate grazie alle nottate stabili, serene e senza vento.
Insomma, parliamo del rischio di nebbie e delle foschie, elementi che nei prossimi giorni potrebbero proporsi con una certa frequenza.

Poi, con una certa gradualità, il tempo cambierà di nuovo.
Non arriveranno nuovi venti freddi, ma aria leggermente più mite, umida, carica di nuvole e di qualche pioggia veloce, a partire dal Settentrione e dalle regioni tirreniche per poi andare verso l’Adriatico e lo Ionio. Comunque, tra sabato e domenica, ci potrebbe ancora essere l’occasione per qualche nevicata fin su alcune pianure del Nord.
Niente di particolarmente abbondante ed esteso, sia chiaro; almeno sulle pianure lontane dalle montagne. Ma sarà quanto basta, magari, per creare alcune difficoltà alla circolazione delle autovetture. Parliamo in particolare del Piemonte e della Lombardia.
In montagna probabilmente andrà in maniera diversa, e ci sarà qualche nevicata di alcune ore soprattutto tra Lombardia, Trentino-Alto Adige e alto Veneto. Sull’Appennino pochi fiocchi, o solo nevicate molto veloci, peraltro a quote non particolarmente basse.
Ma dei dettagli magari ne riparleremo più avanti quando avremo dati più attendibili e chiari.