11391281_491068551048123_6566109321186916930_n

W.I.S.E.: il software per la previsione (e gestione) delle alluvioni lampo nella futura città intelligente

loghi_regione_veneto Radarmeteo ha concluso nel mese di maggio il progetto W.I.S.E. – Wastewater Integrated System Enhancement che ci ha portato, in partnership con la società inglese Lutra Consulting (www.lutraconsulting.co.uk), operante nella modellazione idraulica e del rischio idrogeologico, e in collaborazione con la società di ingegneria APS Srl (www.aps-srl.eu), a realizzare un software per la previsione delle ‪alluvioni‬ lampo (flash flood) e del conseguente comportamento delle reti fognarie, con l’obiettivo di sviluppare un sistema di controllo in real-time delle acque di scarico, individuando le criticità puntuali e consentendo di migliorare notevolmente il comportamento della rete in presenza di eventi precipitativi intensi.‬‬ I risultati delle simulazioni modellistiche e dei test operativi permetteranno, su ogni area presa in considerazione (ed adeguatamente modellata e monitorata), non solo di sapere come si comporterà la rete esistente in situazioni di precipitazioni intense, ma anche di analizzarne il comportamento nella fase di ampliamento e/o di modifica, entrando quindi come elemento chiave anche nella fase di progettazione. Diverse sono le caratteristiche innovative di questo progetto, che lo differenziano da altre sperimentazioni simili:

  • i dati immessi nel modello provengono, oltre che da strumenti standard (pluviometri delle stazioni meteorologiche al suolo), anche dal radar meteorologico e da sensoristica low-cost appositamente progettata per essere distribuita e posizionata lungo la rete;
  • la modellistica (meteorologica ed idrologica) utilizzata nelle simulazioni è tra le più avanzate attualmente disponibili nel mercato;
  • il sistema permette di confrontare diverse strategie di intervento sulla rete al fine di utilizzare quella che meglio si adatta allo scenario previsto.

Nell’ambito del progetto è stato elaborato un caso studio su di un’area pilota (Villaganzerla in provincia di Vicenza – nella foto), individuata grazie alla collaborazione con Acque Vicentine (www.acquevicentine.it), il quale ha prodotto alcuni risultati inerenti il rischio idraulico. WISE quindi permetterà, concretamente, di:

  • ottimizzare il funzionamento ed il controllo delle reti esistenti;
  • ridurre i costi di manutenzione delle reti;
  • ridurre i costi di adeguamento delle reti;
  • definire nuovi standard progettuali che integrino la possibilità di operare su nuove condizioni limite, per ridurre i costi di impianto;
  • integrare gli output con altre tipologie di dato per la gestione delle future smart cities.

Tra gli altri operatori coinvolti citiamo l’Università degli Studi Guglielmo Marconi (www.unimarconi.it).

Il progetto è stato finanziato dall’UE, tramite la Regione Veneto, con DGR n. 2054 del 19 novembre 2013 all’interno del Programma Operativo Regionale (POR) parte FESR (2007-2013), obiettivo “Competitività Regionale e Occupazione (CRO)”, attuazione dell’Asse 5, Linea di intervento 5.1, Azione 5.1.1 “Cooperazione interregionale” – bando N. 2/2013 per “Contributi per il finanziamento di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale a carattere interregionale”. logo_POR_350x400300dpi

Il Veneto una Regione dell’Europa

 


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>